Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

           

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

BANNERFUNDRAISINGPAGE.jpg

LEGACY OF Ebola

Più di 8.500 persone in Sierra Leone e Liberia sono morte a causa dell’ebola. I governi, le ONG e i singoli individui si sono mobilitati in maniera notevole, agendo per far fronte all’emergenza medica.

Le popolazioni colpite hanno dovuto fare i conti con la parallela crisi umanitaria scoppiata durante e dopo la fase più acuta dell’epidemia. Purtroppo, passato il pericolo sanitario, l’interesse dei media verso un’emergenza umanitaria che ha lasciato orfani migliaia di bambini è andato progressivamente scemando.

Più di 20.000 bambini in Sierra Leone e Liberia sono rimasti orfani a causa dell’epidemia. Molti di loro sono ancora a rischio malnutrizione e abusi. Per altre migliaia, l’accesso all'istruzione resta una prospettiva molto remota.

Molte delle vittime dell’ebola erano ai margini della società già prima che il virus si manifestasse; per i bambini e le famiglie che non hanno ancora ricevuto supporto gli effetti della crisi sono ancora molto acuti, e senza la necessaria assistenza non potranno che peggiorare.

Questa è l’eredità di ebola. È reale e ha ancora le proporzioni di una vera crisi.

La crisi non finisce quando l’ultimo paziente esce dall’ospedale – anche se quel momento sarà bellissimo; finisce quando l’ultimo orfano sarà al sicuro nella sua famiglia, a scuola e saprà che riceverà il suo prossimo pasto
— Il presidente di Street Child UK, Evening Standard, 14 settembre 2015.

Nel mese di agosto 2014, Street Child ha iniziato a rispondere ai bisogni umanitari dei bambini rimasti orfani a causa dell'ebola. Abbiamo assicurato ai bambini in quarantena l’accesso ai bisogni alimentari vitali. Inoltre, abbiamo distribuito alimenti ai bambini di strada durante la crisi nazionale e ci siamo assicurati che la popolazione delle comunità rurali fosse a conoscenza dei modi in cui il virus si trasmette.

Lo sforzo principale è stato quello di prenderci cura di tutti i bambini rimasti orfani durante la crisi dell’Ebola. Oltre 15.000 hanno ricevuto un aiuto di prima emergenza. La quasi totalità di loro è ora al sicuro con dei parenti e oltre 7.000 studenti delle scuole primarie hanno ricevuto tutto il materiale scolastico necessario per ricominciare la scuola.

Nonostante il grande lavoro fatto, c’è la necessità di continuare ad occuparci di altri orfani dell’ebola, che stanno ancora aspettando. Lo scopo dell’appello è di raccogliere ulteriori fondi per assicurarci che un minimo di 20.000 orfani, tra la Sierra Leone e la Liberia, possa proseguire lungo il percorso verso un futuro sicuro, a casa e a scuola.

Mentre molti bambini necessitano soltanto di un piccolo supporto per raggiungere il traguardo, altri sono ancora in condizioni di emergenza, incondizioni di insicurezza alimentare e senza nessun adulto responsabile su cui contare.


Per maggiori informazioni, leggi qui lo Street Child Ebola Orphan Report.

 

Primo passo: alimentazione d’emergenza

Da quando Street Child è intervenuta nell’emergenza Ebola ha aiutato migliaia di bambini rimasti orfani e a rischio malnutrizione. In Sierra Leone, insieme ai nostri partner locali, abbiamo supportato almeno 8.000 bambini in mancanza di generi alimentari. Inoltre, Street Child ha fornito pacchetti di emergenza secondo le diverse esigenze individuali.

 

Secondo passo: supporto psicosociale

Il supporto ai bambini rimasti orfani richiede l’accesso alle cure psico-sociali, al fine di iniziare un lungo processo di riabilitazione. Le ragazze sono particolarmente in pericolo in quanto spesso a rischio di abusi, gravidanze indesiderate e prostituzione. Lo stigma associato ai bambini che sono stati colpiti dall’ebola può rendere difficile la reintegrazione nella comunità a cui appartengono. Gli operatori sociali di Street Child garantiscono una terapia psico-sociale al fine di aiutare le migliaia di bambini a superare la tragedia che hanno vissuto.

 

Terzo passo: riunificazione familiare

Street Child è profondamente convinta che il miglior luogo per la crescita di un bambino sia la propria famiglia, all’interno della propria comunità. Lavoriamo per assicurare che ogni bambino rimasto orfano abbia questa opportunità.

 

Quarto passo: ritorno a scuola

Durante la crisi dell’Ebola, l’ostacolo più grande all'istruzione per i bambini di Sierra Leone e Liberia è stato il virus stesso. Tutti i bambini sono stati obbligati a interrompere la scuola per quasi un intero anno accademico. Nel frattempo, molti di loro sono stati costretti a lavorare per assicurare le entrate mancanti alla famiglia; altri sono diventati responsabili dei propri fratelli e sorelle dopo la perdita dei genitori. Il numero di bambini impossibilitati a rientrare a scuola è drasticamente aumentato. Street Child sta lavorando per riportarli a scuola.

 

Quinto passo: supporto alla famiglia

Una volta che il bambino si ricongiunge a un famigliare e viene reinserito a scuola, viene avviato il Family Business Scheme, in modo da garantire che il minore abbia la possibilità di proseguire gli studi. Molte delle persone che hanno coraggiosamente preso in affidamento gli orfani dell’Ebola sono infatti molto povere, e si trovano già in difficoltà nel dover mantenere ed educare i propri figli. In aggiunta, molte attività economiche si sono indebolite o sono collassate durante l’emergenza sanitaria dell’Ebola. Mediante l'utilizzo di tecniche comprovate, offriamo alle famiglie piccoli prestiti di denaro e programmi di business training per aiutarle a sviluppare semplici imprese o aziende agricole, in modo da riuscire a sostenere autonomamente i figli nel lungo periodo. 

 


Anche se la regione è ormai libera dall'ebola da circa un anno, ci sono ancora migliaia di bambini coinvolti in questa epidemia che hanno disperatamente bisogno del nostro aiuto. 

 

 

CON SOLI 25 EURO AL MESE AIUTI UN BAMBINO RIMASTO ORFANO A CAUSA DELL'EBOLA LUNGO IL PERCORSO DA UNA CONDIZIONE DI POVERTÀ ASSOLUTA A UNA VITA AL SICURO A CASA E A SCUOLA.