Dalla vita di strada alla gestione di un'impresa

Micro+impresa+Sierra+Leone.jpg

Lui è James. È nato nel distretto di Tonkoli in Sierra Leone. Ha tra 45 e 50 fratelli e sorelle, da dieci madri diverse. Suo padre è un tassista e sua madre è una casalinga con una piccola impresa.

Come molti bambini in Sierra Leone, si è trasferito a Freetown per andare a scuola ed è andato a vivere con sua zia. Nel 2003 la zia ha avuto problemi finanziari e ha dovuto trasferirsi in Guinea. Di conseguenza, James è finito per strada. Rapidamente è diventato indipendente e ha iniziato un lavoro come facchino al porto per i traghetti.

"Ogni giorno mi procuravo il cibo e vestivo da solo, ho dormito nello stesso posto in cui alloggiavano i miei amici, a volte nella hall del mercato. La vita in strada non è facile - spesso è molto difficile. A volte ho dovuto rubare qualcosa per sopravvivere. A volte la polizia ci ha arrestato e ha iniziato a molestarci in prigione, prendendo tutti i nostri averi, compreso quello che avevamo guadagnato quel giorno".

Impresa+famigliare+in+west+africa.jpg

James ha dovuto sopportare molto quando viveva per strada. La vita che vive oggi, tuttavia, è molto diversa per lui. Ha incontrato Peter, uno degli assistenti sociali locali di Street Child. Lo ha aiutato a cambiare vita e gli ha dato l'idea di imparare la falegnameria. James ora gestisce la sua attività in Freetown, dove realizza mobili.

All'inizio era molto difficile voltare le spalle alla mia vecchia vita. Andavo a parlare con Peter una o due volte alla settimana, durante le quali ho cambiato molto. E quando sono diventato padre, sapevo di dovermi prendere cura di mio figlio: questo mi ha tenuto concentrato " .

James ha incontrato la madre di suo figlio quando stava lavorando nello stesso terminal dei traghetti in cui James era un facchino all'epoca.  Sono sposati e hanno un figlio di tre anni.  Grazie al suo percorso, oggi James ha le risorse sufficienti per prendersi cura di loro. 

 
Marcello Viola