Il nostro 2018

Lo scorso anno si è rivelato ancora una volta intenso per Street Child e siamo estremamente orgogliosi dei progressi che abbiamo fatto. Oltre a consolidare il successo dei nostri precedenti progetti, in alcuni paesi ci siamo sforzati di espandere i nostri orizzonti, trasformando il nostro personale approccio allo sviluppo, soprattutto in Nepal.

NEPAL

Musahar - Widow 3 (1).jpg

Il 2018 è stato un anno positivo per Street Child in Nepal. Abbiamo stabilito la nostra presenza contribuendo alla costruzione di oltre 400 aule in risposta al terremoto del 2015. In linea con la nostra idea di sviluppo globale, abbiamo dimostrato di riuscire a mantenere un impegno a lungo termine per lo sviluppo di questo paese, rimanendo coinvolti nei processi di ricostruzione anche quattro anni dopo l’emergenza del terremoto.

Il 2018 è stato anche l’ anno in cui Street Child si è a aperta nuovi ed alternativi approcci di sviluppo. Abbiamo particolarmente concentrato i nostri sforzi sulle ragazze della casta di Musahar dove i tassi di alfabetizzazione sono al 4%. Il nostro obiettivo è quello di fornire supporto a 7000 ragazze Musahar in alcune delle regioni più remote del paese. Nel fare questo, stiamo implementando un processo in 3 fasi, che include un programma di apprendimento accelerato gratuito, seguito da un programma di sostentamento completo per incoraggiare le opportunità di lavoro, e infine una componente di miglioramento delle abilità di vita quotidiana che offre uno spazio sicuro per l'assistenza sociale. Inoltre, abbiamo avuto successo nel rafforzare il nostro team in Nepal reclutando nuovo personale e partner, oltre a localizzare nuovi uffici strategicamente posizionati.

 SIERRA LEONE

Mabel Cauker - Family Business Scheme - Bo-2.jpg

Sin dal 2008, anno in cui sono stati implementati i primi progetti in Sierra Leone, Street Child ha nutrito con questo paese una forte affinità. Da allora, abbiamo continuato a fare notevoli progressi. Nel corso dell'anno il nostro ambizioso obiettivo, annunciato a febbraio 2018, di trasformare e migliorare l'apprendimento scolastico in 1.000 scuole elementari rurali entro il 2023, è passato da semplice concetto a realtà. Inoltre, per il raggiungimento di questo obiettivo, nei prossimi mesi verranno realizzati oltre 100 nuovi siti.

Un punto significativo della nostra volontà di riuscire in questo obiettivo, è stato il completamento dell'edificio della Manjoro Ansarul Islamic Primary School: un progetto sponsorizzato dal nostro partner Fly and Help. Sono 255 bambini i attualmente iscritti alla scuola e quattro insegnanti stanno al momento ricevendo qualifiche performanti per diventare insegnati.  Il personale della scuola ha lavorato in stretta collaborazione con i leader della comunità, il che ha contribuito al un buon funzionamento della scuola. Il successo in questa comunità ha avuto effetti positivi più ampi, arrivando ad abbracciare le comunità circostanti, incoraggiandole a mandare i loro figli a Manjoro.

NIGERIA

TLC - Bayan Texaco - Maiduguri9 (1).jpg

In Nigeria, Street Child ha continuato a sostenere bambini e comunità colpiti da conflitti e instabilità. La nostra principale preoccupazione è stata quella di sostenere lo sviluppo educativo dei bambini che vivono in campi profughi di sfollati interni. Street Child è stato sostenuta dall'ONU (attraverso il Fondo umanitario nigeriano) per creare spazi adatti dove 18.000 bambini possono giocare e ricevere assistenza. Inoltre, riconoscendo il costo emotivo che l'esperienza della guerra ha avuto su molti bambini, Street Child ha intensificato il lavoro relativo alla protezione psicosociale, in particolare nei campi profughi.

Il recente lavoro del nostro fotografo Chris Parkes è stato determinante nel raccontare le storie di questi bambini, e nei prossimi mesi  inizieremo a renderle pubbliche.  

Finora, in collaborazione con i nostri partner locali, il nostro programma di educazione e protezione ha aiutato 23.000 bambini.

Per il suo operato, Street Child Nigeria è stata riconosciuta come una delle principali INGOs nel settore dell'istruzione e della protezione dell'infanzia. Ciò è emerso chiaramente durante il recente primo round di sovvenzioni nigeriane del fondo globale Education Can not Wait, che ha selezionato quattro agenzie: UNICEF, Save the Children, Plan - e Street Child.

LIBERIA

Liberia - Schoolchildren-3010.jpg

Ad oggi, Street Child ha aiutato 13.500 bambini ad andare a scuola in Liberia, e nel 2018, abbiamo registrato un altro anno di successo a sostegno dell'educazione, della protezione dei bambini. A seguito del nostro appello nel 2016, altre migliaia di ragazze supportate da Street Child possono ora frequentare la scuola secondaria. Street Child Liberia continua anche a gestire 21 scuole primarie del governo in un esperimento PPP di alto profilo. Lo studio svolto su casi campione ha rivelato che le scuole di Street Child avevano "guadagni di apprendimento statisticamente significativi" nonostante il rapporto spesa/studente fosse più basso rispetto ad altri servizi educativi di alto livello. A Street Child Liberia è stata inoltre riconosciuta una certa responsabilità nel vedere che, in seguito delle elezioni nazionali pacifiche, il nuovo governo ha posto l'istruzione al centro del suo mandato.

 

Fusione tra Street Child e Children in Crisis

Nel marzo 2018 Street Child è diventato l'unico amministratore fiduciario di Children in Crisis, unendo così formalmente le due organizzazioni. Questo è stato il risultato di un'idea che è stata lanciata nel 2017. Le operazioni di punta di Children in Crises nella Repubblica Democratica del Congo e in Afghanistan sono ora completamente integrate nella struttura del programma globale di Street Child. Siamo estremamente entusiasti di lavorare con i preparatissimi leader di queste organizzazioni per fondere le nostre idee in due dei paesi più problematici al mondo in cui i bambini possano vivere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marcello Viola