Street Child in prima linea in Sri Lanka!

 

Siamo felici di comunicarvi che stiamo lavorando in Sri Lanka per offrire ai bambini più vulnerabili un futuro più sostenibile tramite l’accesso all’istruzione.

Dopo una guerra civile di 26 anni, il paese ha fatto molti progressi nell’ultimo decennio. Nonostante ciò, ci sono ancora regioni dove manca un sistema scolastico di qualità. Le scuole non sono attrezzate in modo adeguato e gli insegnanti non sono abbastanza formati.
Da un lato, la guerra civile ha avuto delle conseguenze devastanti: molti bambini hanno perso i genitori e spesso soffrono di traumi psicologici, causati dallo stress emotivo. Ciò porta molti bambini ad abbondare gli studi e a un alto tasso di lavoro minorile. Dall’altro lato, disastri naturali e monsoni annuali continuano a distruggere le infrastrutture scolastiche, causando così l’interruzione delle lezioni. Nel maggio 2018, un monsone ha colpito la zona sudoccidentale dello Sri Lanka, e per via delle inondazioni e frane 20,000 famiglie sono rimaste senza abitazione. Le terribili circostanze del paese hanno avuto un forte impatto sul sistema scolastico e molti bambini non sono potuti andare a scuola.

sri lanka.jpg

Nel giugno 2017, dopo varie consultazioni con dipartimenti governativi, agenzie internazionali e organizzazioni locali di beneficienza, Street Child ha stabilito la sua presenza in Sri Lanka. Lavoriamo principalmente a Batticaloa nella provincia orientale del paese, la regione socialmente ed economicamente più vulnerabile dello Sri Lanka. Ci stiamo impegnando con una serie di progetti che sostengono l’educazione, la protezione dei bambini e la capacità di ripresa da situazioni legate ai disastri naturali.

Nel febbraio 2018, Street Child dello Sri Lanka, in collaborazione con le autorità locali responsabili dell’istruzione, ha iniziato un corso di formazione di sei mesi per gli insegnanti, il cui obiettivo è migliorare le competenze metodologiche-didattiche degli insegnanti, attraverso seminari interattivi e corsi di formazione. Al momento stiamo cercando di identificare degli insegnanti che potranno offrire dei servizi di tutoraggio e sostegno per gli insegnanti di inglese.

 

 
Marcello Viola